Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Una due giorni a Portopalo

Una Cucina Grande, dove stare in tanti a parlare di tutto.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 28/04/2015, 17:37

Molto volentieri :) grazie mille
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda TeresaDeMasi » 29/04/2015, 14:09

Innanzitutto una buona base di partenza. La gelatina altro non è che un brodo concentratissimo e la prima parte di questa riceta serve proprio ad ottenerla.:-)
http://www.gennarino.org/glassacarne.htm
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 29/04/2015, 14:20

Grazie mille!!!
ma qual'e' l'utilita' di incorporare il bianco d'uovo?
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda TeresaDeMasi » 29/04/2015, 20:54

andr3a ha scritto:Grazie mille!!!
ma qual'e' l'utilita' di incorporare il bianco d'uovo?


Quindi tu ti riferivi alla gelatina di pesce? scusami da cell avevo interpretato male ma il principio è lo stesso: servono lische di pesce e altri scarti, testa compresa: il tutto lasciato in ammollo in acqua fredda per togliere le tracce di sangue che renderebbero il tutto amaro (a questo punto si capisce di più il termine COLLA DI PESCE) praticamente un brodo ristretto. Purificato poi con bianco d'uovo montato a neve, che serve ad illimpidire il brodo

Leggi qua, magari ti aiuta. :)
viewtopic.php?f=10&t=11499&p=108813&hilit=brodo+albume#p108813
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda salutistagolosa » 29/04/2015, 22:51

andr3a ha scritto:ciao a tutti,
sto cercando da tempo immemore la ricetta per fare la gelatina, non voglio usare la colla di pesce o gelatina in polvere.
Poi ho trovato questa pagina, che meraviglia!
Grazie Sica, grazie mille!!
Il post e' molto vecchio ma spero mi risponda qualcuno, per fare la gelatina da usare con aspic di carne?
Qualcuno conosce la ricetta?L'avevo vista fare tantissimi anni fa ma non saprei cosa mettere nel brodo e ricordo che era una preparazione che era durata due o forse tre giorni chiarificata con bianco d'uovo.

grazie

per qualche motivo io l'ho sempre fatta mista a pollo, ma in generale basta mettere un po' di ossi giusti, tipo ginocchio, con cartilagine, e poi si, devi chiarificare. Io uso la chiara d'uovo, anche se il metodo classico e' di usare un trito di carne oltre alle chiare, io non ce la faccio pero' a "sprecare" il macinato cosi'.
Dovremmo avere un post su questo, vado a cercare :-)
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 04/05/2015, 8:56

Teresa, no mi riferivo proprio a quella di carne.
Grazie a tutti per le risposte e l'aiuto, provero' a fare la gelatina appena possibile.
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda TeresaDeMasi » 04/05/2015, 11:34

andr3a ha scritto:Teresa, no mi riferivo proprio a quella di carne.
Grazie a tutti per le risposte e l'aiuto, provero' a fare la gelatina appena possibile.


Se mi dici cosa vuoi farci esattamente, magari sperimento con te. Bel tema, la gelatina. :)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 04/05/2015, 13:00

pensavo a una terrina di coda di vitello
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda salutistagolosa » 04/05/2015, 13:27

ti dico brevemente la mia: se il brodo e' fatto ok, non c'e' bisogno di gelatina aggiunta. Per esempio, per galantina e connessa gelatina (qui ho lasciato troppo petto attaccato alla pelle del pollo, ma rende l'idea) vai tranquillo senza aggiunte. Invece qui non mi sono fidata e ce l'ho messa, ma 18g erano sicuramente troppi, nel senso che da come mi ricordo che e' venuta, ce ne poteva andare di meno.
Incidentalmente (forse c'entrano le mie temperature) qui la gelatina va tanto, quindi mi potrei pure aggregare (anche se ho viaggi per i prossimi 10 giorni_. Il problema e' che il vitello qui e' difficile da trovare, soprattutto gli ossi.

Una bellissima lettura e' questo post di Francesca Spalluto sui fondi di cottura, l'ultimo procedimento indicato nel primo post e' proprio sulla gelatina. Come vedrai, lei consiglia i piedini, ma nella mia esperienza vanno bene anche le cartilagini del pollo, alla fine e' il collagene che ti serve, e quindi cartilagini e tessuto connettivo.
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 05/05/2015, 9:03

Tutto e' nato da una foto che ho visto e dal fatto che adoro la coda, quello che voglio fare è la coda di vitello in gelatina e non voglio usare colla di pesce o gelatina in polvere ma voglio arrivarci dal brodo di cottura oppure facendola ad hoc utilizzando i vostri consigli (ossa, ginocchio ecc...) vorrei ottenere una gelatina molto chiara.
L'idea è piu' o meno la solita, stracuocere la coda con i gusti, magari farla in forno coperta del suo brodo a bassissima temperatura per parecchie ore e creare un aspic con piu' colore rispetto a quello della foto, anche se la foto mi fa venire molto appetito.
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda salutistagolosa » 06/05/2015, 0:41

il colore lo puoi dare con la cipolla arrostita, scurisce parecchio. bella la coda in gelatina!!!
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda andr3a » 29/11/2015, 9:28

Buongiorno a tutti :-)
la mia ricerca sulla gelatina fatta in casa ha raggiunto una svolta!
Spulciando nella mia collezione di libri di cucina, ho avuto la fortuna di imbattermi in un quaderno di appunti scritti (immagino) da una massaia (una data riporta 1952)
Visto che non riesco a interpretare bene la sua calligrafia allego una foto.
Comunque io leggo (dove metto i puntini e' perche' non capisco cosa c'e' scritto)
Gelatina (........) Mettere in pentola un piede di vitello con un pezzo di .......... piu' una gallina o un cappone fa bollire finche' tutto e' cotto.Togliere la carne dalla pentola aggiungere 1/2 litro di aceto finche' il piede si disfa passarlo alla .............. lasciar raffreddare

appeno riesco ne posto un'altra trovata su un vecchio libro
https://goo.gl/photos/bGswJXDDXMvpz7Y87
andr3a
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2015, 16:06

Re: Una due giorni a Portopalo

Messaggioda PMF » 29/11/2015, 20:48

Provo ad aiutarti: la interpretazione di quella scrittura mi prende davvero. N.B. una volta "calligrafia" era materia di sQuola. Oggi non più, e si vede ... :)

Gelatina (FANNY) = Nome proprio di donna, assai desueto. pronunciasi "fannì" con l'accento sulla i. Probabilmente la donna da cui origina la trascrizione. Come vedi è anche nella ricetta successiva. Anche la mia vicina di casa da piccolo, materassaia, era una "signorina Fanny" :)

... piede di vitello con un pezzo di GIARETTO. = "garetto" o ossobuco.
... passarlo alla TOVAGLIA = filtrarlo attraverso l'apposito telo/burazzo a trama grossa che una volta si usava in luogo del più moderno colino. N.B. questo tipo di telio oggidì è scomparso (se non avete il corredo di una nonna, meglio se bis-), quindi procedete pure con il colino

Hope this help

P.S. Per sicurezza ho chiesto la verifica dell'archivista: conferma la mia lettura e interpretazione, quindi direi che la puoi prendere come buona.
PMF
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 31/08/2007, 15:40

Precedente

Torna a Discorsi in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code