Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Allora, come procediamo?

Il forum dedicato al per-corso sul pane: per provare ad imparare a fare il pane in casa in compagnia.

Allora, come procediamo?

Messaggioda TeresaDeMasi » 06/11/2013, 13:54

Mi pare che con l'esperienza diretta siamo a buon punto. Manca ancora qualcuno ma arriverà - noi mica abbiamo fretta , vero? - e soprattutto manca steart (isolato da problemi di connessione).
Detto questo, come procediamo? proviamo a pensarci insieme?
Innanzitutto, io direi che sia obbligatorio, per me, fare una sintesi della ricetta alla luce di tutte le osservazioni fatte. Magari, possiamo fare un pdf scaricabile, delle ricette ottenute in gruppo nel forum.

Poi, sarebbe ora che iniziassimo ad esprimerci sull'oggetto della prossima puntata: ho dato l'incarico a Daniel, che resiste: aiutatemi a convincerlo a darci i compiti. :)
Che facciamo di bello?

Poi, sarebbe bello - credo - che ognuno di noi facesse un piccolo messaggio per raccontare a cosa è servita questa esperienza: se ha scoperto nuove cose che non sapeva o modi di rimediare ad errori.

Insomma, fatta la focaccia, ci riflettiamo su insieme?

Chi inizia? :D
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda gaia » 07/11/2013, 1:15

Comincio io?
Beh, a parte il fatto che anche se non sincronizzati, la condivisione da' energia ed entusiasmo, devo dire che personalmente ho scoperto come e quando fare le fossette (a un terzo di lievitazione, giusto?) e la gestione della salamoia. E, comunque , che quando si parla di lievitati, riesco a trovare il tempo che mi manca sempre!! :grin:

Peraltro, grazie al gruppo e ai diversi risultati ottenuti usando più o meno tutti la stessa farina, ho scoperto che la farina che abbiamo scelto non è uguale per tutti...
Perchè? Non spammo e rimando a qui http://www.gennarino.org/forum/viewtopic.php?f=34&t=19229&start=60#p230396
:shock:
Avatar utente
gaia
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 14/08/2009, 12:03
Località: Firenze

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda MariaRomano » 07/11/2013, 16:55

Questa esperienza mi è servita soprattutto per rimettere le mani in pasta (anche se lo sguardo alla planetaria andava :grin:)
Dai post ho capito che le fossette non vanno fatte come ho fatto io, che la salamoia poteva essere usata tutta, che l'acqua poteva non essere usata tutta e che è bello e divertente confrontarsi.
Spero che il prossimo compito possa essere dolce anzichè salato, per una giusta alternanza.
Avatar utente
MariaRomano
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/08/2008, 22:00

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda TeresaDeMasi » 07/11/2013, 18:24

A me è servita per ritrovare la voglia di lavorare in gruppo. Una voglia che avevo perso per strada, confesso: ma che mi ha divertito ritrovare intatta e con persone diverse dopo tanto tempo. Dal punto di vista pratico, mi è servito per obbligarmi ad impastare a mano ed a decidermi a provare l'impasto alla francese (che non trovo difficile come detto da qualcuno, e trovo interessante da applicare in diverse situazioni. Oggi per esempio ho fatto un pane di semola, e lo sbattimento dell'impasto ha reso la massa liscia e setosa in modo incredibile). Sulla focaccia, ho capito gli errori sui tempi dei buchi: la rifarò presto, per controllare sia loro sia il funzionamento del forno (la mia, decisamente, è tra le più brutte :D).

Maria, il dolce si': ma di solito richiede grassi: e questi rendono difficile impasto e incordatura. Per cui, prima farei un pane. Ma aspettiamo daniel, vediamo se accetta di fare lui il capoclasse, al prossimo giro... :D
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda annamad » 07/11/2013, 19:00

A me l'esperienza e' servita per capire come stendere (in due momenti), quando fare le fossette e che, volendo, di puo' metter prima la salamoia, farla assorbire e poi metter l'olio. Rifaro'. ... e mi e' servita per ritirar fuori la tavola da impastare, fatta "come dio comanda" da un falegname e regalatami di mio papa' la settimana prima di metter su casa... e accantonata quando mi son regalata la planetaria :grin: ...
Anna
Festina lente (affrettati lentamente)
annamad
 
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/08/2009, 10:19
Località: Ovada -AL

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda MariaRomano » 07/11/2013, 19:51

TeresaGennarino ha scritto:
Maria, il dolce si': ma di solito richiede grassi: e questi rendono difficile impasto e incordatura. Per cui, prima farei un pane. Ma aspettiamo daniel, vediamo se accetta di fare lui il capoclasse, al prossimo giro... :D

Ne dovrei dedurre che si continuerà ad impastare a mano? 8O
Avatar utente
MariaRomano
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/08/2008, 22:00

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda InnovIdea » 08/11/2013, 23:36

L'idea di lavorare in gruppo e di dover "raccontare" la propria esperienza e' interessante perche' ti obbliga a fare attenzione a quello che fai. La focaccia mi piace molto e in queste ultime settimane la sto preparando con diverse tecniche. La tecnica di impasto di Bertinet, mi risulta un po' antipatica, ma sono pronto a riprovarla.
Sono pronto per la panificazione... Ad esempio un buon pane pieno di buchi...
Scienza in cucina, cucina scientifica, cucina sperimentale. I miei PDF "Uovo Perfetto", "Crema Pasticcera Perfetta", "Pasta frolla perfetta", "Brioche Perfetta"-Il blog di scienza in cucina http://www.innovidea.org
InnovIdea
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 02/05/2011, 22:05
Località: Palermo

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda rimmel » 09/11/2013, 16:31

Io ho avuto la conferma che pur seguendo tutto alla lettera i lievitati non fanno per me , comunque bella esperienza, per me completamente nuova e anche se non riuscita la focaccia mi è piaciuta tanto, ma mi è piaciuto ancora di più partecipare a questo laboratorio.
antonia
http://www.appuntidicucinadirimmel.com/
[i]sogna,ragazzo,sogna,non cambiare un verso della tua canzone,non lasciare un treno fermo alla stazione,non fermarti tu![/i] (r.vecchioni)
Avatar utente
rimmel
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 23/01/2008, 17:52
Località: napoli

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda TeresaDeMasi » 10/11/2013, 11:31

InnovIdea ha scritto:L'idea di lavorare in gruppo e di dover "raccontare" la propria esperienza e' interessante perche' ti obbliga a fare attenzione a quello che fai. La focaccia mi piace molto e in queste ultime settimane la sto preparando con diverse tecniche. La tecnica di impasto di Bertinet, mi risulta un po' antipatica, ma sono pronto a riprovarla.
Sono pronto per la panificazione... Ad esempio un buon pane pieno di buchi...


ieri sono stata ad un corso con Giorilli a Parma e abbiamo fatto una ciabatta con tutta biga, a base di manitoba, che non mi è sembrata per nulla difficile. Magari, si può provare quella. Ovviamente, il lavoro va distribuito su diverse ore, trattatosi di biga e non di impasto diretto.
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda Cat » 10/11/2013, 13:22

A parte il piacere di lavorare in gruppo, anche se a distanza, la sperimentazione mi ha dato modo di fare più attenzione all'uso delle varie tecniche, che ormai adottavo in modo quasi meccanico. :)

InnovIdea ha scritto:Sono pronto per la panificazione... Ad esempio un buon pane pieno di buchi...


TeresaGennarino ha scritto:ieri sono stata ad un corso con Giorilli a Parma e abbiamo fatto una ciabatta con tutta biga, a base di manitoba, che non mi è sembrata per nulla difficile. Magari, si può provare quella. Ovviamente, il lavoro va distribuito su diverse ore, trattatosi di biga e non di impasto diretto.


Anche io voto per il pane: è uno di quei lievitati che non mi riesce tanto bene, anche perché lo faccio di rado, e probabilmente anche a causa del forno.
Avatar utente
Cat
 
Messaggi: 1389
Iscritto il: 23/09/2006, 10:15
Località: Nata a Ragusa

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda Daniel » 10/11/2013, 13:50

TeresaGennarino ha scritto:ieri sono stata ad un corso con Giorilli a Parma e abbiamo fatto una ciabatta con tutta biga, a base di manitoba, che non mi è sembrata per nulla difficile. Magari, si può provare quella. Ovviamente, il lavoro va distribuito su diverse ore, trattatosi di biga e non di impasto diretto.

Ehehe visto fare da "The Master" è praticamente tutto facile!!! :grin: e soprattutto se ha usato la spirale professionale basta seguire piccole accortezze che non si può sbagliare.
Rifarlo a casa non è per niente facile, ma non è impossibile, assolutamente non si ottiene la stessa consistenza "plastica" di pasta, dovuta all'impastatrice che fa la differenza,( a mano è praticamente impossibile) comunque la ciabatta tuttabiga ( tecnica che vale anche per la focaccia tuttabiga) la faccio spesso e se guardate nei miei disastri nel link sotto c'è qualche fotaccia.
Più avanti col per-corso se volete vi dico come faccio io, ma per adesso credo che sia meglio andare per gradi e divertirsi con cose più semplci,magari fattibili anche a mano in modo da coinvolgere tutti :)
annamad ha scritto:A me l'esperienza e' servita per capire come stendere (in due momenti), quando fare le fossette e che, volendo, di puo' metter prima la salamoia, farla assorbire e poi metter l'olio. Anna

Cioè il contrario :) prima l'olio per non far seccare l'impasto appena steso, e poi la salamoia ( o l'acqua salata),e quindi la fai lievitare fino al completo assorbimento, ma non va più toccata quando la metti in lievitazione finale.Se proprio siete golosi spennellate altra salamoia proprio appena sfornata.
Avatar utente
Daniel
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 25/10/2011, 9:59
Località: Viareggio - Camaiore

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda Unaltranapoletana » 11/11/2013, 18:11

ho imparato a fare la focaccia, in genere faccio la pizza con l'impastatrice.
ho imparato la tecnica dello stretch and folding che ho riutilizzato anche per la pizza :grin:
ho imparato che se metti l'olio prima di infornare, la focaccia viene unta perché non ha il tempo di assorbirlo.
mi è piaciuto lavorare in gruppo e ho superato un po' di timidezza che ho nel comunicare su internet
Unaltranapoletana
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 27/03/2007, 21:47
Località: Napoli

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda steart » 11/11/2013, 21:21

per qualche misteriosa ragione la macumba che gli dei celtici di questi lidi barbari hanno scagliato sul mio computer si è improvvisamente dissolta.. mah.. speriamo che duri...
concordo con chi dice che lavorare in gruppo arricchisce, faticoso ma arricchisce:
a me questa focaccia ha fatto rispolverare l'odiato metodo di lavorazione a mano alla bertinet: non ho cambiato opinione: non è per me un metodo efficiente.
seguire una ricetta altrui, mi ha nuovamente illustrato quanto sia difficile scrivere ricette chiare e che tutti possano seguire e senza errori
sicuramente ho imparato una paio di cose, il che ottimo
non capisco però se ora questa ricetta verrà in qualche modo trascritta con tutti i possibili commenti in pdf oppure no. ne vale la pena, mi chiedo? cioè non è forse meglio lasciarla come materiale libero, con tutti i commenti ecc.. così se uno veramente interessato deve leggere tutta la storia, dalla a alla z, e non il semplice bigino, per capirci... penso che quello che renda fertile questo tipo di lavoro di gruppo sia proprio la lettura di tutti i messaggi.. certo richiede tempo ed energia, ma...
stefano, per ora ancora qui.
steart
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 17/12/2012, 17:42

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda MariaRomano » 05/12/2013, 10:08

Ma la scuola ha già preso le ferie natalizie :grin: ?
Avatar utente
MariaRomano
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: 17/08/2008, 22:00

Re: Allora, come procediamo?

Messaggioda gaia » 07/12/2013, 18:05

Diciamo che sotto Natale siamo indaffarati con i panettoni!!
Però, tra un rinfresco e l'altro, io sto facendo la focaccia della prima prova, tanto per dire che... bisogna continuare!!

:-)
Avatar utente
gaia
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 14/08/2009, 12:03
Località: Firenze


Torna a Proviamo a panificare in compagnia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code