Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Qualche trucco per aiutarci a stare a dieta

Come non deprimersi con piatti vuoti e verdurine bollite.
Regole del forum
Questo forum è in sola lettura e può essere considerato come un archivio di ricette con un contenuto calorico limitato. (continua)

Qualche trucco per aiutarci a stare a dieta

Messaggioda kamomilla » 09/03/2006, 17:33

Chi deve fare una dieta, è costretto ad usare trucchi per imparare a cucinare senza grassi. Si inizia anche ad odiare la bilancia, vengono aiuto in questo caso alcuni metodi “casalinghi” per misurare gli alimenti.

Come misurare gli alimenti
Munirsi di bilancia dietetica soprattutto all'inizio, ma ricordarsi ad esempio che un cucchiaio da minestra contiene 15 g, un cucchiaino 5 gr., una tazza media 200 ml. Usare la mano per le misurazioni.
Un pugno equivale a circa 120 gr di riso cotto quindi a 60 gr. crudo o ad un frutto medio.
Il pollice equivale a 30 gr. di formaggio o di carne.
La prima falange del pollice equivale ad un cucchiaino.
La prima falange del dito equivale ad un cucchiaino.
La mano a coppa equivale a circa 30 o 60 gr di frutta secca o salatini.
Il palmo della mano (escluse le dita) equivale a circa 90 gr. di carne, pollame o pesce cotti. 90 gr. cotti corrispondono a circa 120 gr. crudi.

Metodi di cottura
Per soffriggere aglio o cipolla in due cucchiaini d’olio, inclinare il tegame tenendolo in quella posizione con un supporto qualsiasi. Il fuoco va tenuto bassissimo.
Per fare un soffritto di verdure, ad esempio cipolla, sedano e carota, far sfumare con qualche cucchiaio d’acqua o meglio di brodo vegetale le verdure e soltanto alla fine aggiungere olio (1 o due cucchiaini per persona) per una brevissima rosolata.
- Avere sempre pronto del brodo vegetale, aiuta ad insaporire i piatti.
- Usare preferibilmente pentole e stoviglie antiaderenti.
- Per cuocere la pasta, sbollentarla uno o due minuti per togliere l’amido, poi continuare la cottura con i condimenti, come un risotto. Rende più saporiti i primi.
- Per mantecare un risotto senza burro e parmigiano, frullare un cucchiaio di riso cotto e mantecare con questo il resto del risotto, si possono fare in questo modo risotti alle verdure ed all’occhio risulterà più simile ad un vero risotto.
- Giocare con i colori delle verdure, perché si mangia anche con gli occhi.
- Prediligere cotture al forno, alla griglia, al cartoccio per carni e pesce.
- Cuocere le verdure preferibilmente al vapore od in pochissima acqua.
- Consumare legumi freschi o surgelati in sostituzione della carne.
- Usare spezie in abbondanza.
- se ci riuscite, procuratevi uno spruzzatore per l'olio, so che esistono in commercio. Aiutano a spargere bene sugli alimenti piccole dosi d'olio.
- Usare sempre alimenti di ottima qualità, data la semplicità dei piatti ne guadagna sicuramente il sapore.
- Condisce molto più un cucchiaino di olio EVO di ottima qualità, che un cucchiaio di olio di qualità scadente o di semi.
kamomilla
 
Messaggi: 707
Iscritto il: 02/11/2003, 16:21
Località: Roma

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Messaggioda kamomilla » 16/03/2006, 16:47

trucco del pranzo al contrario

Un modo di mangiare che funziona molto bene come anti-fame e che ho visto anche adottato da un dietologo Chiamiamolo "il pranzo a rovescio" ma dovrebbe applicarsi al pasto più "debole" della giornata e cioè quello che ci trova più affamati e col rischio che qualche volta si sia tentati di eccedere. Per me è il pranzo e io comincio con un piatto di verdura. Può essere insalata, può essere verdura cotta...comunque verdura Subito dopo lo faccio seguire da una porzione proteica: quel po' di carne, pesce, o altro previsto per quel pasto. Infine la pasra, che per me è il punto debole: affamata come sono piangerei su quei 60 grammi Ma se la mangio dopo aver già smorzato la fame con verdura e proteina, la trovo giusta Pomeriggio un po' di frutta.

Detto da Agrodolce dell'angolo di Chicca.
kamomilla
 
Messaggi: 707
Iscritto il: 02/11/2003, 16:21
Località: Roma


Torna a Se proprio ci tocca... Stare a Dieta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code