Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

*Bastaddi Affucati (Sica) 548 Kc

Come non deprimersi con piatti vuoti e verdurine bollite.
Regole del forum
Questo forum è in sola lettura e può essere considerato come un archivio di ricette con un contenuto calorico limitato. (continua)

*Bastaddi Affucati (Sica) 548 Kc

Messaggioda salutistagolosa » 19/03/2007, 12:55

Nota di salutistagolosa: la ricetta originale (da cui e' tratta la foto) e relativa discussione la trovate qui.

E' un termine che a Catania individua il cavolfiore, ma non quello bianco diffuso in tutto il territorio nazionale, bensì quello dai fiori violacei che si chiama Violetto Etneo.

Ecco la ricetta (dose per 6 persone)

Kg 1 di Cavolfiore (gia' pulito)
Gr 100 di olive nere snocciolate
4 acciughe salate diliscate (50g)
2 cipolle di media dimensione (50g)
gr 150 di pecorino piccante di cui 50 grattugiato
1/5 litro di vino rosso robusto
cl 200 di olio evo
Pepe macinato

Preparazione

Ricavo dal cavolfiore i fiori, lasciandoli con poco gambo.
Taglio le olive e le acciughe a pezzetti. Ricavo dal pecorino delle scaglie sottili (io ho usato un pecorino che dalle nostre parti si chiama canestrato - senza grani di pepe dentro: era fenomenale 6 mesi di stagionatura portati benissimo). Taglio le cipolle a rondelle sottili.
In una teglia tonda inumidita di olio evo, sistemo il più ordinatamente possibile un primo strato di cavolfiori. Spargo in maniera uniforme le rondelle di cipolla, le scaglie di pecorino, i pezzetti di olive nere e di acciughe ed aggiungo una spolverata di pecorino grattugiato e di pepe.

Immagine

Ricopro con un altro strato di cavolfiori ed aggiungo gli altri ingredienti.
Bagno con tutto l'olio ed il vino rosso.
Chiudo con un coperchio dal diametro un po' più corto di quello della teglia, in modo che poggi sui cavolfiori. Eventualmente tra il coperchio ed i cavolfiori si può mettere un foglio di carta da forno. Sul coperchio si poggiano dei pesi.

Immagine

Accendo la fiamma che deve essere bassissima. Lascio cuocere per un'ora e trenta, sino a quando il liquido nonèquasi del tutto assorbito ed evaporato. Lascio raffreddare il recipiente incoperchiato. Quando i cavolfiori si saranno intiepiditi, sformo su un piatto adeguato e servo.
Eccoli:
Immagine

Immagine

Piatto robusto della cucina invernale di cui esiste anche la versione che prevede come ingrediente principale i broccoli. Emblematico della ricchezza e complessità dei piatti della cucina siciliana, dal profumo intensissimo e gusto deciso che gioca sul contrasto dolce - acido - sapido - piccante. Io lo considero un piatto unico, anche se nelle finte trattorie di cucina tradizionale fa parte del ricchissimo quanto poco tradizionale buffet degli antipasti (che nella nostra cucina non esistono). :grin:

Il calcolo delle calorie si basa sui quantitativi indicati in rosso accanto a ciascun ingrediente:
kcal a porzione: 547.58
kcal/100g: 177.59
carboidrati a porzione: 6.45
proteine a porzione: 15.21
lipidi a porzione: 48.58
%carboidrati: 9.18
%proteine: 21.66
%lipidi: 69.17
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Torna a Se proprio ci tocca... Stare a Dieta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code